Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Rifiuto Accetto

Chiesa di Santa Maria delle Carceri particolare

Basilica di Santa Maria delle Carceri

La Basilica di Santa Maria delle Carceri, sorge sull'omonima piazza, fiancheggiata dall'imponente Castello dell'Imperatore. Fu costruita sui resti di un'antica prigione da Giuliano da Sangallo (1485-92) per volontà di Lorenzo il Magnifico. Di proporzioni armoniose, la chiesa ha pianta a croce greca, tipica del periodo rinascimentale. La parte superiore della struttura presenta una cupoletta di forme brunelleschiane con finestra a lanterna. Il rivestimento esterno (incompiuto) in bianco alberese e serpentino verde, conferisce leggerezza alla struttura.
L'interno di impronta classica, è ravvivato da un fregio in maiolica che corre in alto lungo il perimetro della chiesa, attribuito ad Andrea della Robbia. L'altare maggiore progettato dal Sangallo, custodisce il miracoloso affresco della Madonna delle Carceri fra i Santi Leonardo e Stefano (XIV secolo). Pregevoli sono le vetrate eseguite nel 1491 su disegno di Domenico Ghirlandaio.

Informazioni

  • Piazza Santa Maria delle Carceri, 21 Prato (PO)

  • Costo del biglietto: ingresso libero

  • Telefono: 0574 27933