Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Accetto Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

Condividi su:

Minestra di pane

La Minestra di Pane, o come la chiamiamo in Toscana, Ribollita, è uno dei tanti piatti della tradizione popolare toscana con radici che affondano nel Medioevo.

Si tratta di una zuppa preparata con le verdure di stagione, e le ricette variano a seconda delle verdure scelte. Le differenze sono spesso il risultato delle abitudini familiari e dei gusti personali. Tuttavia, una cosa è certa: non si può fare la "Minestra di Pane" senza il cavolo nero!

Procedimento

Trita aglio e cipolla e falli rosolare in una pentola con 4-5 cucchiai d'olio. Aggiungi la conserva di pomodoro diluita in un bicchiere d'acqua calda.

Aggiungi, uno alla volta, le carote, il sedano, il cavolo nero e la verza tagliati grossolanamente e, successivamente, le patate sbucciate e tagliate a pezzi.

Una volta che tutto si è ben insaporito, aggiungi 3/4 dei fagioli passati, la loro acqua di cottura e circa un litro d'acqua. Sala, aggiungi un po' d'olio e fai cuocere per circa un'ora, coprendo con un coperchio.

Taglia il pane a fette sottili e crea uno strato sul fondo di una zuppiera. Versa un mestolo di brodo di verdure e ripeti l'operazione fino a creare 3 o 4 strati.

Sulla parte superiore dell'ultimo strato, metti i fagioli interi e un filo d'olio. Lascia riposare per almeno mezz'ora prima di servire. Si consiglia di farne una buona quantità, perché la "Ribollita" del giorno successivo (cioè la minestra di pane riscaldata con un filo d'olio) è considerata da molti ancora più deliziosa.