Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Accetto Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

mumat4-edited-ph-badiani
Condividi su:

Ex Fabbrica Meucci Storia, arte e innovazione: l'eredità industriale che vive nel MUMAT

La fabbrica Meucci, un gioiello dell'industria tessile, si erge maestosa lungo le rive del fiume Bisenzio, nel punto in cui si intreccia con il torrente Fiumenta. Come molte altre antiche fabbriche di Prato, sorge sulle fondamenta di un antico mulino, testimone di una tradizione secolare.
Ma non lasciarti ingannare dal suo nome: sebbene non sia più attiva, la struttura è stata restaurata e ora ospita il MUMAT, il Museo delle Macchine Tessili. Qui, i segreti del passato si svelano attraverso antiche macchine, cuore pulsante di una produzione tessile senza pari.
In origine, il mulino e la fabbrica tessile condividevano spazi e destini. All'interno di questo imponente edificio, fu avviata una delle prime lavorazioni di carbonizzo della zona, affiancata dalla stracciatura. I Meucci, tra mugnai e imprenditori tessili, si distinsero per la loro audacia e intraprendenza. Nel 1922, l'edificio fu ampliato per accogliere il reparto di filatura, segnando una svolta fondamentale nella storia dell'industria tessile. Nel 1928, l'attività tessile prevalse definitivamente, portando all'abbandono dell'impianto molitorio che aveva animato la fabbrica per decenni.
Nonostante le prove e i danni subiti durante il furore della Seconda Guerra Mondiale, la fabbrica Meucci mantenne la sua vitalità fino al 1988, quando infine si spense. Tuttavia, il suo spirito persiste e vive attraverso il MUMAT, un luogo dove le macchine tessili raccontano storie di ingegno e passione, di duro lavoro e di un'epoca ormai lontana.

Oggi, grazie all'acquisto e al restauro attento dell'Amministrazione Comunale di Vernio, la fabbrica Meucci si è trasformata nel suggestivo Museo delle Macchine Tessili, un santuario dell'arte e della storia industriale. Qui, immergendoti nel fascino di un passato glorioso, potrai scoprire il delicato equilibrio tra tradizione e innovazione, tra l'artigianato di un tempo e la tecnologia moderna.

Entra nel cuore pulsante della fabbrica Meucci, lasciati trasportare dai rumori delle macchine che un tempo lavoravano incessantemente, e lascia che le emozioni ti travolgano. Il MUMAT ti attende, pronto a svelarti segreti antichi e a incantarti con la maestosità di un'epoca passata. Che tu sia un appassionato di storia, un curioso viaggiatore o un animo artistico, questo museo unico nel suo genere saprà affascinarti e ispirarti. Benvenuto nel MUMAT, il tempio dei tessuti dove i sogni del passato prendono vita.

Informazioni

  • Via della Posta Vecchia, 3 - Mercatale Vernio (PO)

  • Costo del biglietto: ingresso libero

  • Accessibilità per disabili: