Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Accetto Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

waterbones-edited-ph-pagliai
Condividi su:

10 opere d'arte che devi assolutamente vedere

Prato e arte contemporanea: un binomio inscindibile. Sono tante le opere situate fuori dai musei, nel tessuto urbano  della città, qui ti proponiamo  un primo itinerario che ti permetterà di ammirare le 10 più note e apprezzate.

Si parte dall’opera più iconica della Prato contemporanea, simbolo identitario della città,  Forma Squadrata con Taglio, opera di Henry Moore, una delle prime opere di scultura astratta del Novecento ad essere stata collocata in spazi pubblici, che rappresenta una serratura simbolica attraverso la quale guardare idealmente passato, presente e futuro di Prato.

L’opera si trova in Piazza San Marco,  da qui con una breve passeggiata puoi raggiungere il complesso della Fabbrica Campolmi, ex polo produttivo tessile oggi sede di Museo del Tessuto e Biblioteca Lazzerini dove potrai  ammirare numerose opere d'arte contemporanea, come La Bestia di Bizhan Bassiri, Cultura e Colonna Vertebrale della Vita di Hossein Golba e la magnifica Waterbones: Climbing in Transition State di Loris Cecchini.

Un'altra breve camminata in direzione di Piazza Duomo e puoi raggiungere, passando davanti al suggestivo Castello dell’imperatore e alla Basilica delle Carceri, piazza Santa Maria in Castello, dove potrai ammirare l'installazione La Grande Sognatrice di Fabrizio Corneli. Questa creazione artistica è un gioco di luci e ombre che appare e scompare a seconda dell'ora, regalando di notte un'esperienza visiva unica.

A pochi passi, in Piazza del Comune potrai ammirare la scultura Prometheus Strangling the Vulture II di Jacques Lipchitz. Quest'opera fa parte di un importante nucleo di opere dello scultore lituano conservate nel Museo di Palazzo Pretorio.

Da Piazza del Comune, vai verso Piazza del Duomo e raggiungi Piazza Ciardi per ammirare  L'anello mancante alla catena che non c'è, meglio conosciuta come La Mongolfiera di Marco Bagnoli. Una suggestiva fontana che dal 2018 ha dato nuova vita alla piazza, con giochi d'acqua e luci che creano un'atmosfera magica.

Proseguendo verso il piazzale dell'Università, incontrerai Count Up di Alessandra Andrini, un orologio che scandisce il tempo a partire dall'entrata in vigore della Costituzione italiana ed è simbolo del forte impegno civile di Prato.

Vicino alla piazza troverai anche Il Viandante e la sua Ombra di Ignazio Fresu, un'opera ispirata alla filosofia di Nietzsche. Questa scultura invita il viaggiatore moderno a riflettere sul proprio cammino e sulla propria esistenza.

Fuori delle mura trecentesche, ma facilmente raggiungibili con una breve passeggiata, troverai il Mazzocchio di Ben Jacober e Jannick Vu, connubio perfetto tra antico e contemporaneo ed infine l'opera simbolo di rinascita e di speranza nel futuro, inaugurata nel 2022: Spindles, un’imponente installazione artistica di Loris Cecchini (ispirata alla forma dei fusi – spindle – che sono un componente dei telai) che rappresenta l'energia e la vitalità che caratterizzano Prato.

Questi sono solo alcuni dei tesori nascosti che il territorio di Prato ha da offrire. Ti invitiamo a scoprire tutte le opere d'arte contemporanea che decorano le strade e le piazze della città.