Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookie modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Accetto

Cavalciotto di Santa Lucia

Cavalciotto di Santa Lucia

Il Cavalciotto è una pescaia posta a Santa Lucia che risale al secolo XI, rappresenta uno dei più importanti esempi di archeologia industriale del nostro territorio, ed è una componente fondamentale del complesso sistema idrico pratese, costituito da ben 53 chilometri di gore che partendo da lì attraversano tutto il territorio pratese per poi andare a gettarsi nel fiume Ombrone. La funzione principale del Cavalciotto era quindi quella di deviare il naturale corso del Bisenzio per dare vita al cosiddetto Gorone, la prima e più grande gora di Prato. Originariamente questo complesso sistema idraulico nacque probabilmente per bonificare l’ampia pianura paludosa, che si sviluppava a sud del centro di Prato. Nel corso degli anni fu poi consolidato e utilizzato oltre che per scopi di drenaggio, anche per l’irrigazione, per la difesa e soprattutto come energia idraulica capace di far funzionare prima ben 58 mulini, poi, nel corso dei secoli altre attività produttive, come quelle metallurgiche, cartarie, e soprattutto tessili.

Informazioni

  • Via Guado a Santa Lucia Santa Lucia Prato (PO)