Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookie modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Accetto

Prato cosa vedere: TIPO - Turismo Industriale Prato

Fabbriche raccontano storie

Acquista i biglietti

Con #TipoPrato le fabbriche raccontano storie. Gli edifici, il territorio, le tradizioni e la qualità della manifattura tessile pratese diventano un nuovo prodotto turistico attraverso un ricco calendario di attività fatto di spettacoli, concerti, visite in fabbrica ancora in attività, eventi e laboratori creativi per bambini e famiglie.

Da settembre 2021 a Marzo 2022, ogni ultimo weekend del mese, due giornate completamente dedicate al turismo industriale con eventi unici, al centro delle “prato notizie!”: si parte ogni ultimo sabato del mese con un evento in una fabbrica del territorio, mentre la domenica spazio a un itinerario turistico e a un laboratorio creativo al Museo del Tessuto, Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci e Mumat/Museo delle Macchine Tessili

Alla domanda “Prato cosa vedere?” la risposta è una: #TipoPrato!

Perché questo progetto?

Il progetto nasce dalla volontà valorizzare l’anima ed il motore economico e culturale del territorio pratese: la manifattura tessile. Il passato con la storia, l’archeologia industriale e la connessione con lo sviluppo del territorio, ma anche il presente fatto di grandi aziende leader a livello internazionale per qualità e varietà del prodotto e per un processo produttivo ecologico e circolare.

#TipoPrato è promosso da Comune di Prato, Museo del Tessuto, Fondazione CDSE Centro di Documentazione Storico Etnografica; Comuni di Cantagallo, Carmignano, Poggio a Caiano, Montemurlo, Vaiano, Vernio; in collaborazione con ACTE (Associazione Comunità Tessili Europee), Visit Tuscany, Prato Turismo.

Prossimi eventi

Prato cosa vedere? Ma il nostro programma, ovvio! Sempre in continuo aggiornamento, è ricco di attività e appuntamenti.

Per la partecipazione agli eventi è richiesta la prenotazione ed il possesso del green pass.

Ottobre 2021


30 ottobre
Visita all'azienda Beste a Prato e spettacolo:

Gary Lucas

Definito “Il chitarrista migliore e più originale d'America” da David Fricke di Rolling Stone Magazine Usa, "Guitarist with a global guitar" dal New York Times e "Chitarrista fuoriclasse leggendario" dal The Guardian, Gary Lucas è considerato uno dei più influenti ed autorevoli chitarristi viventi. Associato alla Magic Band di Captain Beefheart ed autore di “Grace” e “Mojo Pin” di Jeff Buckley, ha colmato l'universo sonoro di Leonard Bernstein e collaboratore tra gli altri di Leonard Bernstein, Captain Beefheart, Jeff Buckley, Chris Cornell, Lou Reed, John Cale, Nick Cave, David Johansen e Patty Smith.

BESTE HUB | Monobi, Via Bologna 243, Prato
Ore 20 visita - ore 20.45 concerto
Ingresso 20 € + dp
Biglietti su Ticketone.it e nei punti vendita del circuito
Per info: 338.1015732

Acquista il biglietto


31 ottobre

Sulle orme di Malaparte

Itinerario in concomitanza con la giornata nazionale del Trekking Urbano e in collaborazione con EatPrato
Informazioni sul percorso: tempo di percorrenza: 3 ore ca, lunghezza: 5 km ca, difficoltà bassa
Partenze ore 9.30 - 10 - 14 - 14.30
Costo di partecipazione: 10 €, gratuito bambini fino a 10 anni
prenotazioni obbligatorie su https://eatprato.eventbrite.it

Acquista il biglietto

Scherzetto o scherzetto?

Attività per famiglie al Centro Pecci ore 16-18. Età 9-11, max 25 persone
Costo: 10 € (bambino + accompagnatore)
Biglietti su coopculture.it
Per info: 0574.1837859 o prenotazioni.museiprato@coopculture.it

Acquista il biglietto

Novembre 2021


27 novembre
Visita all'azienda Luilor di Montemurlo e spettacolo:

Joe Barbieri

Una affascinante anomalia. Un outsider che al di fuori del binario dell’industria si è saputo costruire un percorso personale, all'estero come in Italia, e che è riuscito nel raro esercizio di convogliare il genuino apprezzamento di colleghi, critica e pubblico.
Il compositore napoletano ha all'attivo 5 album di brani originali, oltre ad un cd+dvd dal vivo registrato all'Auditorium Parco della Musica di Roma e due dischi-tributo entrambi dedicati ai suoi numi tutelari nel jazz: ovvero Chet Baker (“Chet Lives!” 2013) e Billie Holiday ("Dear Billie" 2019). Nel 2021 uscirà "Tratto da una storia vera", il suo nuovo disco.
La sua musica è pubblicata in molti Paesi del mondo, e la sua personale cifra stilistica – che lega la canzone d’autore al jazz e alla musica world – lo ha portato nel corso degli anni ad incrociare collaborazioni con colleghi in ciascuno di questi ambiti (da Omara Portuondo a Stefano Bollani, da Stacey Kent a Luz Casal, da Jorge Drexler a Hamilton De Holanda) ed a calcare alcuni tra i palchi più prestigiosi del pianeta.

LUILOR - Via dei Tintori 13-17, Montemurlo
Ore 20 visita - ore 20.45 concerto
Ingresso 15 € + dp (con visita 18 €)
Biglietti su Ticketone.it e nei punti vendita del circuito
Per info: 338.1015732

Acquista il biglietto


28 novembre

Il distretto delle idee. Montemurlo dalla tradizione dello straccio all'innovazione sostenibile

Itinerario che esplora la realtà industriale di Oste, nel Comune di Montemurlo,con la visita ad alcune tra le eccellenze produttive dell'area.
Informazioni sul percorso: tempo di percorrenza: 3 ore ca, difficoltà bassa, è previsto un bus per gli spostamenti
Ore 15,30 max 25 persone
Costo di partecipazione: 10 € gratuito bambini fino a 10 anni
Biglietti su coopculture.it
Per info: 0574.1837859 o prenotazioni.museiprato@coopculture.it

Acquista il biglietto

Un filo dopo l'altro

Visita e laboratorio per famiglie al museo Mumat di Vernio
ore 15.30-17. Età 6-12 anni, max 25 persone
Costo: 10 euro (bambino + accompagnatore)
Biglietti su coopculture.it
Per info: 0574.1837859 o prenotazioni.museiprato@coopculture.it

Acquista il biglietto

Gennaio 2022


29 gennaio
Visita all'azienda Picchi di Prato e spettacolo:

Elianto

Musicista, cantautore, comico e autore di brani comici e satirici, speaker, copywriter e blogger. Artisticamente nasce e cresce come artista di strada a Milano. Nelle belle serate, quando non è in teatro o sul palco di Zelig Cabaret, lo potete ancora trovare sui Navigli armato della sua chitarra, pronto per cantare in freestyle. Frequenta il laboratorio artistico di Zelig e lavora come autore a diversi progetti. Il suo spettacolo "L’Inventacanzoni” condensa la sua personalità e la sua abilità di menestrello e improvvisatore dove il pubblico è l’unico e vero protagonista. Creativo, irriverente e mai volgare, racconta il mondo che lo circonda trasformandolo in musica. Grazie alle sue esperienze e alla sua versatilità, Elianto è il sottofondo comico/musicale ideale per accompagnare i vostri eventi. Dal walk-in all’aperitivo, gli ospiti saranno i soggetti principali dei suoi testi improvvisati e sempre unici e originali. Ha lavorato come copywriter e web content creator e come autore televisivo per RAI 5 e SkyArte, attualmente è autore teatrale e televisivo per spettacoli comici con Bananas srl. È autore di una serie di brani interpretati da altri musicisti e cantautori. Lavora come speaker per spot pubblicitari e vocalist per jingle e sigle (televisione e pubblicità). È stata la voce ufficiale per spot e intervalli istituzionali del canale di Zelig Tv. Potete sentire le sue improvvisazioni tutti i venerdì su Caterpillar, RaiRadio2.

PICCHI spa - Via Marcella Tempesti 13, Prato
Ore 20 visita - ore 20.45 concerto
Ingresso 15 € + dp (con visita 18 €)
Biglietti su Ticketone.it e nei punti vendita del circuito
Per info: 338.1015732

Acquista il biglietto

Febbraio 2022


26 febbraio
Visita all'azienda Riccieri di Prato e spettacolo:

Federico Rampini
Moriremo cinesi?
Dialogo in scena con l'Imperatore Xi Jinpin

Il nuovo spettacolo teatrale di Federico Rampini con le musiche di Roberta Giallo, produzione Elastica srl.
L'idea è quella di un contraddittorio immaginario, dove il presidente cinese espone il "teorema Xi": le tante ragioni - antichissime e modernissime - per cui la Cina è superiore all'Occidente ed è destinata a guidare (dominare) il mondo. Federico Rampini, invece, osa intercalare le obiezioni di un italiano/americano legato ai suoi valori. Colonna sonora, canzoni e musica di Roberta Giallo, un “controcanto” fra Oriente e Occidente. Uno spettacolo “leggero”, dai toni divulgativi e ironici. I temi sono i 3.500 anni di storia cinese, che consentono a Xi di guardarci dall’alto in basso. Il
presidente cinese passa in rassegna i periodi della storia in cui la Cina è stata superiore all’Occidente. Rampini ribatte: la Cina è stata capace anche di autoreferenzialità, chiusura verso l’esterno, arroganza. Ci risiamo? Xi si sofferma sull’episodio delle Guerre dell’Oppio, inizio di un
secolo di umiliazioni inflitte dall’Occidente alla Cina. Nell’America vede l’erede della Gran Bretagna: lo stesso imperialismo. La Cina no, non ha mai colonizzato altri paesi. Rampini dissente: Tibet, Xinjiang, Mongolia, in realtà la Repubblica Popolare è l’ultimo impero multietnico. E cosa
sta facendo, davvero, in Africa? Covid, qui è Rampini che tenta un affondo: perché avete mentito al mondo intero? Xi respinge le accuse si pavoneggia per il successo nel contenere la pandemia. Niente complotti, voi occidentali vi siete schiantati perché la democrazia è un sistema politico molto più inefficiente del nostro. E ancora: cosa resta di “comunista” a Pechino? Che cosa c’è nella testa dei giovani cinesi di oggi? Perché ha tanto successo la serie di film Wolf Warrior? Dai romanzi di fantascienza al cinema, Rampini prova ad aprire uno squarcio su una società ancora esotica e misteriosa per noi. Un viaggio dall’altra parte della terra, per capire cosa spinge la Cina a conquistare il mondo, e cosa cambierà per noi.

LANIFICIO LUIGI RICCIERI - Via Bologna 314, Prato
Ore 20 visita - ore 20.45 concerto
Ingresso 15 € + dp (con visita 18 €)
Biglietti su Ticketone.it e nei punti vendita del circuito
Per info: 338.1015732

Acquista il biglietto

Marzo 2022


26 marzo
Visita all'antica Cartaia di Vaiano e spettacolo:

Fabio Celenza

Fabio Celenza nasce a Vasto nel 1987. Si appassiona subito alla musica e decide da adolescente di voler fare il musicista iniziando a studiare la chitarra. Non andando bene in italiano e storia, dopo il diploma, si iscrive all’università per studiare l’inglese ma si accorge di voler dedicare più tempo allo studio della musica così abbandona l’università e si laurea presso il Conservatorio D’annunzio di Pescara in Popular Music. Nel Novembre 2015 le circostanze lo portano a diventare noto per i suoi doppiaggi comico-nonsense di rock star internazionali caricati per sbaglio su YouTube: l’effetto è dirompente e lo consacra a fenomeno della rete, portandolo a collaborare con importanti testate come Wired, Dmax, Colorado (Italia Uno) e Zelig. Da ottobre 2018 è collaboratore fisso di Propaganda Live (La 7) per i quali realizza un video alla settimana.

LA CARTAIA - Via della Cartaia, Vaiano
Ore 20 visita - ore 20.45 concerto
Ingresso 15 € + dp (con visita 18 €)
Biglietti su Ticketone.it e nei punti vendita del circuito
Per info: 338.1015732

Acquista il biglietto

Eventi passati

Settembre 2021


25 settembre

Visita alla ex Rifinizione Zenith a Prato, seguita dallo spettacolo:

Pojana e i suoi fratelli

di e con Andrea Pennacchi
musiche dal vivo di Giorgio Gobbo e Gianluca Segato
I fratelli maggiori di Pojana: Edo il security, Tonon il derattizzatore, Alvise il nero e altri, videro la luce all’indomani del primo aprile 2014. Mentre Franco Ford detto “Pojana” era già nato. Era il ricco padroncino di un adattamento delle “Allegre comari di Windsor” ambientato in Veneto, con tutte le sue fisse: le armi, i schei e le tasse, i neri, il nero. In seguito, la banda di Propaganda Live l’ha voluto sul suo palco e lui si è rivelato appieno per quel che è: un demone, piccolo, non privo di saggezza, che usa la verità per i suoi fini e trova divertenti cose che non lo sono, e che è dentro ognuno di noi. Il personaggio nasce dalla necessità di raccontare alla nazione le storie del nordest che fuori dai confini della neonata Padania nessuno conosceva. È significativo e terribile che i veneti siano diventati, oggi, i cattivi: evasori, razzisti, ottusi. Di colpo. Da provinciali buoni, gran lavoratori, un po’ mona, che per miseria migravano a Roma a fare le servette o i carabinieri (cliché di molti film in bianco e nero), a avidi padroncini, così, di colpo, con l’ignoranza a fare da denominatore comune agli stereotipi. Un enigma, che si risolve in racconto: passando da maschere più o meno goldoniane a specchio di una società intera. Una promozione praticamente. Ed eccolo qui, Franco Ford detto il Pojana, con tutti i suoi fratelli a raccontare storie con un po’ di verità e un po’ di falsità mescolate, per guardarsi allo specchio.


26 settembre

Dal Cavalciotto di Santa Lucia alla Gualchiera di Coiano

Il primo itinerario proposto come apertura del progetto TIPO, ha omaggiato l’elemento che più di altri ha rappresentato il vero motore per la nascita dell’industria pratese: l’acqua. Partendo dal Cavalciotto di Santa Lucia, uno dei monumenti più importanti e rappresentativi della Prato laniera, abbiamo scoperto, attraverso un trekking urbano tra orti e giardini, l’andamento misterioso della più grande gora pratese, il Gorone, fino a raggiungere uno dei gioielli dell’archeologia industriale tessile cittadina, la Gualchiera di Coiano.

Feltro a due mani

Laboratorio per bambini al Museo del Tessuto.
Il piacere dell’esplorazione e della trasformazione dei materiali con l’azione delle proprie mani fanno parte della vita di ogni bambino. Lane colorate, acqua e sapone sono gli ingredienti più adatti a stimolare la manualità e a rafforzare la conoscenza della realtà. Il laboratorio ha previsto azioni ludiche e si è concluso con la realizzazione di una composizione astratta con la tecnica di lavorazione del feltro.


Sei una guida turistica, ambientale, un operatore turistico? Programma formativo:
 
T.I.PO – Fabbriche raccontano storie
Il programma di formazione gratuito rivolto alle guide turistiche e ambientali
Focus su storia del tessile, eccellenze pratesi e rapporto col territorio
Gli itinerari costruiti e arricchiti insieme agli operatori partecipanti

Il corso ha previsto 4 appuntamenti dal 15 al 22 settembre presso il Museo del Tessuto.

Per il programma dettagliato consultare il comunicato in allegato.

Iscrizioni via mail a info@pratoturismo.it



Icon TIPO - Comunicato stampa (307,2 KB) Icon TIPO - Formazione operatori/Info iscrizioni (203,7 KB)