Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookie modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Accetto

Calvana

La Via della lana e della seta

Da Prato a Bologna, percorso trekking di collegamento transappenninico

E' un percorso di oltre 135 Km che, partendo da Piazza Duomo a Prato, arriva in Piazza Maggiore a Bologna e che unisce due città che dai rispettivi fiumi e attraverso opere idrauliche simili e coeve, hanno costruito nell'arco dei secoli il proprio sviluppo economico.

A Prato, gli impianti idraulici del Cavalciotto e il "Gorone" di Santa Lucia lungo il fiume Bisenzio sul quale si sta sviluppando il progetto "Riversibility – il parco fluviale del Bisenzio" che recuperà il legame città-fiume promuovendo il benessere urbano; il massiccio della Calvana dove, sui prati della Retaia pascolano esemplari di razza bovina "Calvana", e poco oltre, su Poggio Corolla si possono incontrare cavalli alla stato brado; la Badia di San Salvatore a Vaiano un gioiello architettonico che conserva antiche vasche della gualchiera e sepolture longobarde, la Badia di Montepiano costruita alla fine dell'anno mille nei pressi del romitorio del beato Pietro e il Parco Memoriale della linea Gotica. Nel versante emiliano, l'area collinare e i castagneti di Storaia e Rasora, il lembo orientale del Parco regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone, il cuore antico di Castiglione e i boschi di Camugnano e Monte Vigese, i morandiani fienili di Campiano e le memorie del Parco storico di Monte Sole, Colle Armeno e Palazzo dei Rossi, la Chiusa e il Canale del Reno. A Bologna la Chiusa di Casalecchio e il Canale del Reno portavano in città le acque utilizzate quale forza motrice per muovere opifici idraulici, mulini e gualchiere per produrre quei tessuti, rispettivamente la lana e la seta, che hanno reso famosi nel mondo i distretti tessili di Prato e Bologna, una delle capitali europee nella produzione della seta dalla metà del XIV alla fine del XVIII secolo.

Tappe proposte:

1a TAPPA: PRATO – VALIBONA VAIANO
23 km; disl. +1100m, - 1000m; 8 ore

2a TAPPA: VAIANO – MONTECUCCOLI – VERNIO
24 km; disl. +750m, - 600m; 8 ore

3a TAPPA: VERNIO - MONTEPIANO – CASTIGLIONE DEI PEPOLI
20 km; disl. +1000m, - 600m; 6 ore

4a TAPPA : CASTIGLIONE DEI PEPOLI-BURZANELLA-GRIZZANA M.
25 km; disl. +700m, - 750m; 8 ore

5a TAPPA: GRIZZANA M. – COLLINA – MONTE SOLE
13,5 km; disl. +300m, - 450m; 4 ore

6a TAPPA: MONTE SOLE – PALAZZO DE' ROSSI-SASSO MARCONI
17 km; disl. +400m, - 650m; 6 ore

7a TAPPA: SASSO MARCONI – CASALECCHIO – BOLOGNA
23,2 km; disl. +210m, - 250m; 7 ore