Scelte rapide home page: Accessibilità | Menù principale | Menù secondario | Ricerca | Scopri Prato | News (solo home page) | Eventi(solo home page) | Meteo (solo home page) | Contenuti principali | Credits, termini di utilizzo, copyright, privacy |


PRATO E PROVINCIA

Mappa interattiva di Prato e Provincia

PUBBLICAZIONI

Pratomese

Depliant informativi

Prato è

Prato è
Guida in PDF (2740 KB)

Parco delle Cascine di Tavola

  • La casa del Caciaio alle Cascine di Tavola
  • Casa del Caciaio - Cascine di Tavola
  • Cascine di Tavola
  • Cascine di Tavola
  • Le cascine di Tavola

Via Traversa del Crocifisso e via della Fattoria - Tavola - tel. 0574-55921 (Circoscrizione Prato Sud)

Il parco si trova poco fuori la città, in direzione di Poggio a Caiano. Vero e proprio polmone verde della città, l'area faceva parte della tenuta agricola della villa medicea di Poggio a Caiano. La sua nascita è infatti legata ad un originale progetto di Lorenzo Il Magnifico che prevedeva, oltre all'acquisto e la ricostruzione di Villa Ambra anche la realizzazione di un vasto complesso con tenuta agricola. Date le caratteristiche del territorio, soggetto a frequenti inondazioni,  venne realizzata una rete di canali per il drenaggio e la regimentazione delle acque nella zona fra Tavola e Bonistallo e fu creato un robusto argine lungo il fiume Ombrone. Insieme alle opere di bonifica venne costruito un vasto edificio, la Fattoria o Cascina, in grado di rifornire con i propri prodotti l'intera città di Firenze. La struttura era, ed è tutt'oggi, circondata da un fossato e da mura fortificate agli angoli da torri, con elementi che ricordano la tipologia delle cascine lombarde. Nel corso tempo la tenuta ha subito passaggi di proprietà e notevoli trasformazioni, passando da un'agricoltura promiscua con prati lasciati al pascolo, ad una coltivazione di riso e frumento, a vigneti delimitati da pioppi e olmi, siepi di bosso e aceri selvatici. All'aspetto di investimento agricolo, è sempre stato legato quello di luogo di svago e i notevoli lavori di ristrutturazione effettuati, pur avendo mantenuto una zona a usi agricoli, hanno visto la realizzazione di un campo da golf e consentito anche la visita di alcune zone del complesso. Al parco è possibile arrivare grazie anche ad una pista ciclabile. La bicicletta è infatti un ottimo mezzo per visitare l'intero parco.